Come accreditarsi

L'accreditamento è  il "provvedimento mediante il quale le regioni riconoscono a un operatore, pubblico o privato, l'idoneità ad erogare i servizi al lavoro negli ambito regionali di riferimento, anche mediante l'utilizzo di risorse pubbliche, nonché la partecipazione attiva  alla rete dei servizi per il mercato del lavoro con particolare riferimento ai servizi di incontro fra domanda e offerta" (D.lgs 276/2003, art. 2, comma 1, lett. f).
I soggetti in possesso dei requisiti giuridici, finanziari, strutturali e professionali ritenuti idonei saranno accreditati e ammessi all'Elenco regionale per i servizi al lavoro come stabilito dall'art.25 della nuova legge regionale n.3 del 13 marzo 2009. Fanno eccezione i CPI delle Province che per legge sono già competenti in materia.

L'accreditamento si distingue dal regime autorizzatorio ad operare nel mercato del lavoro. Mentre quest'ultimo abilita allo svolgimento di attività connesse al mercato del lavoro l'accreditamento è funzionale alla attuazione della programmazione regionale e locale delle politiche del lavoro. L'accreditamento per i servizi di intermediazione è essenziale per la partecipazione degli enti interessati a tutte le future azioni di politica attiva del lavoro messe in campo dalla Regione del Veneto per assicurare, in questa fase di crisi economico-finanziaria e occupazionale, una rete di servizi per il lavoro maggiormente efficace e capillare.

La Regione del Veneto dal 2009 ha sviluppato un sistema di accreditamento sperimentale, terminato il 31 dicembre 2011. E' attualmente in vigore un nuovo modello di accreditamento. I modelli di domanda di accreditamento sono attualmente in corso di approvazione.

Per scaricare la modulistica vedi le pagine della Regione del Veneto - Servizi per il Lavoro.